Ven. Mar 1st, 2024
volontariato

Quando fare volontariato significa offrire qualcosa di prezioso che scalda i cuori di tutti.

FARE FELICE UN BAMBINO A NATALE

Questo era l’obiettivo prefissato dalla comunità dei Padri Canossiani “Figli della Carità”. Un obiettivo semplice ma allo stesso tempo carico di significato, di importanza e di spirito caritatevole.

Sabato 16 dicembre 2023 si è svolta la giornata della consegna dei pacchi natalizi negli spazi messi a disposizione all’interno della Parrocchia di San Giorgio di Acilia (Roma). L’organizzazione dell’evento voluto e curato da Fra Daniel Anchieta e dal Comitato Organizzativo composto da alcuni volontari che prestano servizio nel Centro Pastorale Santa Gianna Beretta Molla, ha ottenuto un successo senza eguali.

L’idea di fare felice un bambino a Natale da sempre è tra i presupposti principali della festa organizzata dai frati e dai volontari che da qualche anno si incaricano di diffondere la richiesta di portare un dono ai duecento bambini che orbitano intorno al Centro Pastorale Santa Gianna. Il principio ispiratore di questo evento, è sempre stato quello di permettere ai bambini che usufruiscono dei servizi del Centro di gioire del Natale e non solo… Sia direttamente perché inseriti nel “Progetto Mamma” che predispone per loro la consegna di prodotti di prima necessità come pannolini, omogeneizzati e vestiario, sia indirettamente in quanto figlioli di chi frequenta la “Scuola di italiano”, oppure i servizi legati alla “Distribuzione alimentare” o a quella del “Pane quotidiano”.

Come ogni anno, erano invitati anche i piccoli delle ragazze madri ospitate al Centro di Accoglienza per richiedenti asilo “St. Bakhita” ed i bimbi le cui mamme frequentano le attività di fitness e quelle laboratoriali dello “Spazio Mamme”.  Hanno consegnato i voucher a tutti, anche ai figli di chi usufruisce del Mercatino vestiario.

Insomma, tutti i bimbi da 0 a 12 anni hanno potuto ritirare il loro regalo. 

UNA USANZA CHE NEGLI ULTIMI ANNI E’ APPREZZATA CON GIOIA DAI BAMBINI 

Come sempre, da quando si festeggia il Natale con i bambini, c’è l’usanza di offrire qualcosa di necessariamente “nuovo” almeno in questa ricorrenza natalizia, visto che sono bambini che per il resto dell’anno si accontentano di ricevere vistiti e giocattoli di seconda mano. Vietati giocattoli riciclati, abiti usati e cianfrusaglie: l’obbligo era quello di pensare ad un bimbo e dedicargli attenzione andando a comprare un giocattolo a lui destinato. Ormai i volontari che prestano la loro opera nel Centro Santa Gianna, sanno che devono diffondere il messaggio attraverso i social media, le varie chat, le scuole, gli amici.

Un passaparola vincente, straordinario, il cui risultato è davvero emozionante, infatti, centinaia di pacchi arrivano al Centro e altrettanti regali consegnati dalle famiglie della zona, che è poi cura dei volontari incartare e archiviare contraddistinguendoli per età e sesso, in modo che al momento della consegna, si individui facilmente il regalo giusto per quel bambino o bambina in base alla sua fascia d’età.

Immagine che contiene sport, persona, aria aperta, vestiti

Descrizione generata automaticamente
Immagine che contiene Danza, vestiti, persona, persone

Descrizione generata automaticamente

Mentre negli scorsi anni avevano raccolto una grande quantità di regali che erano consegnati ai bambini senza cercare di coinvolgerli, quest’anno il Comitato Organizzativo, ha deciso di fare un tentativo per rendere il momento della consegna meno anonimo e più accattivante.

I ragazzi sono stati coinvolti in una serie di attività e laboratori che li hanno avvicinati alle iniziative dell’oratorio. I più grandicelli hanno avuto la possibilità di avere il campo da calcio completamente dedicato a loro, i responsabili della scuola calcio si sono messi a disposizione per organizzare dei divertenti mini tornei. Sul piazzale i più piccoli hanno avuto invece la possibilità di fare dei giri sui pony messi loro a disposizione da alcuni volontari.

Laboratori per grandi e piccini

All’interno del grande oratorio, vi erano laboratori dedicati a loro per assemblare e decorare alberelli di Natale, spazi per il tiro a segno ed il gioco con i bigliardini. Un’area bimbi predisposta per ospitare i più piccolini: uno spazio gioco su tatami dove i bimbi piccolissimi  hanno giocato a terra con i giochi messi loro a disposizione, sotto la supervisione delle volontarie del Progetto Mamma.

Infine una sala trucco dove i bimbi erano truccati da gatto, da volpe, da renna e da orsetti.

All’esterno sotto al porticato e sulla pista di pattinaggio, il gruppo adolescenti della parrocchia, con la supervisione di una volontaria maestra di danza, ha organizzato le danze, in quello spazio sia bambini che i genitori hanno potuto ballare in allegria le canzoni natalizie e quelle dedicate ai balli di gruppo.

Il pomeriggio si è svolto in totale armonia e rilassatezza, perché le varie attività erano distribuite in modo che tutti potessero praticare i laboratori suddivisi per età. I bimbi hanno potuto assaporare la gioia di passare un pomeriggio insieme ad altri bambini per fare amicizia durante le varie attività e sentire che la giornata era veramente pensata per loro. Allo stesso tempo, i genitori hanno potuto apprezzare la disponibilità dei frati che hanno messo a disposizione gli spazi dell’intera struttura da loro gestita, offrendo anche la merenda, i succhi di frutta e la cioccolata calda.

L’evento più atteso

L’arrivo di Babbo Natale in persona, con la slitta e gli elfi, ha emozionato la folla raccolta sulla pista di pattinaggio in attesa di ritirare il regalo tanto atteso. Una giornata riuscita e da ripetere, grazie alla disponibilità degli organizzatori e di tutti i volontari che si sono prestati ad offrire il loro servizio affinché tutti (soprattutto mamme e bimbi) potessero assaporare la gioia di un pomeriggio all’insegna della solidarietà, dell’amicizia e del divertimento.

LINK PER VIDEO https://fb.watch/pdmLtaPZAw/

LA VISITA A SORPRESA DI PAPA FRANCESCO AL CENTRO SANTA GIANNA HA SORPRESO TUTTI I VOLONTARI

Giovedì 21 dicembre 2023 tutti i volontari del Centro Pastorale sono stati invitati ad attendere Papa Francesco al termine della sua riunione con il Vescovo Dario Gervasi e tutti i prefetti della sua diocesi. Un rapido saluto con una calorosa stretta di mano ad ognuno dei circa sessanta volontari presenti in trepidante attesa, che non si aspettavano questa visita tenuta segreta fino al giorno prima.

Il sorriso del Papa ha ripagato ogni volontario della fatica e dell’impegno che mette nello svolgere il suo servizio di volontariato, una stretta di mano sincera e cordiale che ognuno ha apprezzato percependo la gratitudine di Papa Francesco verso chi si impegna nel prestare servizio in opere di bene e di supporto ai bisognosi e alle categorie più fragili. Lunedì 25 dicembre, il Centro Pastorale ha invitato sessanta persone sole o bisognose al pranzo di Natale, un altro gesto per dimostrare la vicinanza reale alle persone più fragili, quelle che stanno vivendo un momento critico, difficile, che magari si ritrovano senza lavoro o senza casa o anche solo senza parenti o amici, insomma, un Natale da ricordare e da ripetere, che ha permesso a grandi e piccini di assaporare lo spirito giusto dell’amicizia, dell’amore e della vicinanza nel momento del bisogno. 

PAPA FRANCESCO SALUTA I VOLONTARI DEL CENTRO PASTORALE di Santa Gianna Beretta Molla

Immagine che contiene persona, paramento sacro, vestiti, uomo

Descrizione generata automaticamente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *