Ven. Mar 1st, 2024
warfarewarfare

Fondi Pnrr per le armi. Dal welfare al warfare. L’Europa corre verso la guerra togliendo risorse al sociale. L’economia di guerra attrae tutti, destra e sinistra. Solo poche piccole distinzioni. Il Parlamento europeo ha approvato a larga maggioranza, 446 si, 67 no, e 112 astensioni, di utilizzare i fondi per la Ripresa del dopo Covid, per costruire armi e munizioni. Il PD si spacca, 10 si, 4 astenuti, 1 no.

L’Europa abbraccia l’economia di guerra di stile americano, togliendo ai poveri per dare alle multinazionali delle armi. Oltre alla minima dotazione prevista dal regolamento, 500 milioni di euro, la novità è che i paesi potranno dirottare miliardi del Pnrr, che era stato istituito per il welfare, la transizione ecologica dopo la pandemia, sulla produzione di armi.

A sinistra dopo tanto sbraitare sul basta all’invio di armi, no alla guerra, è iniziato il pentimento e ravvedimento. Il gruppo socialista, ha dato indicazione per il si al regolamento. Un si motivato dalla necessità di continuare a fornire armi alla Ucraina, e nel contempo, riempire gli arsenali sempre più vuoti. Una scelta scellerata. Una scelta pesante. La stragrande maggioranza del gruppo socialista europeo ha votato l’economia di guerra, il warfare a scapito del welfare.

Il PD si è spaccato, tra gli 8 che hanno votato si, il capogruppo e là vicepresidente. Tra gli astenuti la responsabile agricoltura della segreteria si Elly Schlein.

Il warfare e la pace mondiale.

La stampa ufficiale glorifica il voto, le poche voci contrarie scrivono di scelta onnivora e scellerata. Alla guerra di Putin si risponde con la guerra atlantica, aumentando la distruzione e la sofferenza di donne e bambini. Una guerra feroce, che deve essere fermata non armata dicono i movimenti riuniti a Vienna per manifestare contro ogni guerra. La costruzione della Pace è un agire quotidiano che coinvolge le coscienze di ognuno in ogni luogo. La pace si costruisce con la Pace e con il welfare non con il warfare.

di Claudio Caldarelli

fonte immagine: https://anpimedioolona.wordpress.com/2020/04/21/22-aprile-1915-105-anni-fa-lattacco-con-gas-chimici-a-ypres/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *