Mer. Feb 21st, 2024
I saluti finali

Relatore Maurizio Mior

Corsi e Ricorsi Storici: La battaglia di Caporetto. Relatore Maurizio Mior

Sabato 4 febbraio alle 16:30 presso la sala del Centro de Mayores di San Fernando, si è tenuto il primo incontro del progetto culturale “Corsi e Ricorsi Storici”.

L’evento è nato dalla collaborazione tra l’Associazione Arcipelago Canarie, che lo ha progettato e al quale hanno collaborato le Associazioni Fogolar Furlan Canarie e Apicec.

In platea il Console Onorario Carlo De Blasio cha ha brevemente salutato i presenti, ringraziando per l’invito.

Il Console Onorario saluta gli intervenuti a Corsi e Ricorsi Storici
Il Console Onorario Carlo de Biase

Tra gli intervenuti, i rappresentanti dell’A.N.S.I. (Associazione Nazionale Sottufficiali Italiani) i Dottori Danilo Bianchini e Mario Brigliano. Ha inviato il suo saluto l’Associazione Ufficiali D’Italia in Congedo UNICI.

I rappresentanti dell'ANSI salutano i presenti a Corsi e Ricorsi Storici
Il Dott. Danilo Bianchini e il Dott. Mario Brigliano

La Battaglia di Caporetto

Il relatore Maurizio Mior, Presidente del ComItEs Canarie, ha esposto la sua ricostruzione di uno degli eventi più drammatici e controversi della Prima Guerra Mondiale: la battaglia di Caporetto.

La domanda a cui dare risposta era: “gli Italiani furono vigliacchi o eroi” quel lontano giorno del 24 Ottobre 1917?

Nell’arco di un’ora e mezzo di appassionata esposizione, Maurizio Mior ha citato fonti originali, mostrato cartine topografiche, raccontato aneddoti a sostegno della sua tesi sull’assoluta superiorità dell’Esercito Italiano rispetto a quello Austriaco.

A difesa dell’eroismo dei nostri a Caporetto Maurizio Mior ha denunciato l’incapacità degli ufficiali al Comando di coordinarsi e rispondere alle ripetute richieste degli ufficiali sul campo di ritirarsi, se non quando ormai era troppo tardi.

Corsi e Ricorsi Storici: La battaglia di Caporetto

Al termine dell’esposizione c’è stato tempo per un breve momento di approfondimento, che ha permesso di far coincidere la ricostruzione storica con l’approfondimento scientifico. Infatti è stato chiarito come, grazie a calcoli matematici di fisica del moto parabolico, venisse calcolata la traiettoria dei proiettili sparati. Con questi calcoli gli allora rivoluzionari pezzi di artiglieria potevano colpire i bersagli con una precisione fino a 1 metro di scarto.

“Corsi e Ricorsi Storici”: incontri a scadenza mensile

In conclusione “Corsi e Ricorsi Storici” si può dire sia stato un evento culturale che ha suscitato grande interesse e partecipazione. Questo ci conforta e ci spinge a continuare questa esperienza. La nostra Direttrice, Tommasina Guadagnuolo ha infatti annunciato che nelle prossime settimane verranno comunicate le date dei prossimi incontri di “Corsi e Ricorsi Storici”.

Fotogallery di Pasquale Colosimo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *