Mer. Feb 21st, 2024
Gran Canariagran canaria

Gran Canaria, come si sa, é una delle isole più visitate dell’arcipelago.
Ad attrarre i turisti ci pensano il clima tropicale e panorami mozzafiato, come le dune di Meloneras o Roque Nublo, passando per la bellissima spiaggia di Las Canteras.
Ma l’isola é colma di luoghi suggestivi da visitare almeno una volta: se non l’avete ancora fatto, ecco a voi una lista dei cinque posti un po’ meno conosciuti ma altrettanto belli di Gran Canaria.

Gran Canaria e i suoi luoghi da scoprire.

Cinque luoghi di Gran Canaria che forse non conoscevi (e che non puoi assolutamente perdere).

1) Roque de Palmés, Tejeda.

Utilizzato anticamente come orologio solare e situato nella provincia di Tejeda, precisamente tra El Toscon
e Taiguy, troviamo el Roque de Palmés, una roccia che si eleva a 1100 metri di altezza dal livello del mare.
A renderlo spettacolare, ci pensa la vista mozzafiato sul barranco più profondo dell’isola, reso ancor piú
suggestivo dalla presenza di una struttura cristiana che richiama quella di un piccolo santuario.

2) Arco del Elefante, Mogán.

A volte può capitare che negli anni gli eventi atmosferici modifichino le sembianze delle montagne o delle rocce, creando delle architetture davvero curiose. Come nel caso dell’Arco dell’Elefante, situato nel
municipio di El Sao, in provincia di Mogán, dove l’erosione prodotta dal vento ha creato quello che ci
ricorda a tutti gli effetti il profilo dell’animale.
Per arrivarci bisogna percorrere un sentiero abbastanza lungo e non adatto a tutti, ma una volta giunti in alto ne varrà la pena.

3) Cenobio de Valerón, Las Palmas.

Quasi un millennio fa gli aborigeni dell’isola, i cosiddetti Guanches, costruirono un gigantesco granaio
scavando più di 350 celle in una parete, rendendola simile ad un enorme alveare.

Ed è proprio la sua apparenza che rende questo luogo poco conosciuto davvero suggestivo ed unico.
El Cenobio de Valerón si trova a Santa Maria de Guía, a mezz’ora da Las Palmas.

4) Barranco Caído e las Montañas Sagradas.

Abbiamo nominato gli aborigeni e a tal proposito vorrei citare il Risco Caído, che si trova tra i comuni di
Gáldar, Agaete, Tejeda e Artenara.
Si tratta infatti di un sito archeologico incorniciato dai Monti Sacri e conosciuto a livello internazionale poiché da poco nominato Patrimonio dell’umanità Unesco . Qui possiamo trovare moltissime abitazioni costruite nelle grotte dai Guanches. Questo luogo ci permettere di immergerci a pieno del mondo aborigeno, fornendoci grandi testimonianze dall’antichità. Assolutamente da non perdere.

5) Mirador de Montaña Alta, Las Palmas.

L’isola di Gran Canaria presenta “miradores” spettacolari da cui è possibile godersi il panorama offerto
dall’incontro tra oceano e montagne. Da quello di Montaña Alta che si trova a Las Palmas a 950 metri di
altezza dal livello del mare, si può osservare il punto più a Nord dell’isola, insieme ad un panorama che
cattura alcuni dei luoghi più noti. Situato a pochi metri di distanza troviamo la Casa del Queso, una fattoria dove è possibile ammirare il lavoro di produzione di latte e formaggi locali.

di Gioia Bertonati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *